Cose di Famiglia Pitti - Importante famiglia fiorentina


La famiglia dei Pitti non ha bisogno di presentazioni. Oltre che al nome di uno dei palazzi storici fiorentini, questa famiglia deve la sua fama ad un personaggio, il Luca Pitti.
Stiamo parlando del rinascimento fiorentino. Il Palazzo Pitti fu fatto costruire dall'omonima famiglia commissionando il progetto al Brunelleschi. Fu proseguito dall'Ammannati, del quale è famoso il chiostro, ed ingrandito successivamente quando la famiglia Medici vi si trasferì come residenza. Il vero artefice di Palazzo Pitti è il Luca Fancelli, architetto.
Era comunque una famiglia di banchieri e il Macchiavelli la descrive come molto ricca.
Medici, Strozzi, Pitti - queste le tre famiglie fiorentine più potenti dell'epoca. Il Luca Pitti verso l'anno 1440 decise di costruire il Palazzo. Migliori architetti vennero ingaggiati per l'opera mastodontica, pensate che il cortile doveva contenere l'intero Palazzo Strozzi e le finestre grandi quanto il portone di palazzo Medici.
Dopo la sua costruzione e dopo la rovina economica dei Pitti, nel 1550 i Medici acquistarono il palazzo dei rivali e Cosimo I° fece togliere da tutta la città ogni stemma della famiglia Pitti.
Solo uno ne rimase e che è possibile ammirare tutt'ora, è un enorme stemma posizionato in un palazzo frontalmente a Piazza Pitti in angolo con lo Sdrucciolo de' Pitti. Lo stemma della famiglia Pitti ha un suo fascino, anche perchè non se ne trovano in giro per la città.

Copyrigt © Filippo Giovannelli - Riproduzione riservata

Commenti

Post più popolari