martedì 30 settembre 2008

Firenze - Arti Minori - Arte dei Beccai

Montone nero rampante in campo oro
Fu una delle più potenti e più ricche delle Arti Minori. Anticamente molte macellerie vennero sistemate, per ragioni igieniche, nelle botteghe sul Ponte Vecchio oggi occupate dagli orafi. Ebbe la sede in Via Orsanmichele, nel palazzo che tuttora mostra ben conservata sulla facciata la propria insegna in pietra, raffigurante un montone rampante.

venerdì 26 settembre 2008

La "Compagnia dell'Amore"

Una grande brigata di circa 1000 persone, tutte vestite di bianco, ed a capo un certo Rossi detto il "Signore dell'Amore".
Questa allegra brigata aveva lo scopo di occuparsi di giuochi, balli, cene e di vivere "in gioia e allegrezza" in un periodo storico, siamo nel 1283, in cui non esistevano ancora Santa Croce, il Duomo, e nemmeno Palazzo della Signoria.
La fama della compagnia passò ben presto i confini di Firenze e della Toscana per spargersi in tutta Italia. Arrivarono a Firenze cavalieri e personaggi da tutta la penisola. Questa eccezionale felicità e tranquillità durò per oltre un anno e il 1283 divenne l'anno del benessere e di agiatezza che sparì l'anno seguente perchè i fiorentini tornarono a farsi guerra tra loro.
Non siamo mai stati tranquilli e mai ci siamo "annoiati"!!

mercoledì 17 settembre 2008

Il "Peposo"

La storia del "Peposo".
In realtà un particolare spezzatino originario dell'Impruneta. In alcuni ristoranti di Firenze il paese d'origine lo inseriscono proprio nel menù: "Peposo dell'Impruneta" si trova scritto a grandi lettere.
Già dal nome si intuisce che uno degli ingredienti principali di questa ricetta fiorentina è il pepe, abbondante. La storia del peposo è semplice ma efficace. Un po' leggenda un po' verità.
All'Impruneta si chiama anche "Peposo alla fornacina" ,nato dai maestri fornaciai che lo cuocevano insieme al "Cotto fiorentino".
Una storia risalente a molto prima della costruzione della Cupola del Brunelleschi, dove gli storici collocano la nascita del Peposo.
Durante la costruzione del cupolone, gli operai lavoravano di gran lena e la fatica si faceva sentire. Gente di stomaco buono, forti e robusti avrebbero mangiato anche i mattoni di cotto che stavano cuocendo. Proprio insieme ai mattoni, un bel pentolone di "Peposo", a fuoco lento cuoceva carne di scarsa qualità, ma nutriente innaffiata di vino dei colli fiorentini.
Il pepe che conservava la carne, insieme al sale e alla salamoia era d'uso comune, in qualche modo si doveva pur conservare il cibo.
La ricetta? Prossimamente su questo blog.

venerdì 12 settembre 2008

l'origine della "Rificolona"

Il 7 settembre Firenze ha festeggiato una sua tradizionale festa, la Rificolona.
Abbiamo già parlato di cosa è "La Rificolona". Una festa, dedicata soprattutto ai bambini, che si svolge la sera del 7 Settembre, vigilia della natività della Madonna, principalmente in Piazza Ss. Annunziata.
Ma l'origine di questo avvenimento e di queste "lanterne" così luminose e colorate, pare provenga da un non troppo recente passato, quando i contadini ed i montanari delle montagne e delle vallate intorno a Firenze venivano in città per la fiera dell'8 settembre.
Casentinesi, mugellani, garfagnani, pistoiesi arrivavano a Firenze a piedi e illuminando i sentieri e le strade con queste lampade o torce ricoperte da strutture per riparare la fiamma dal vento.
Il 7 in SS Annunziata, l'8 a lavorare vendendo i propri prodotti alla fiera.

I fiorentini fecero propria questo tipico sistema di illuminazione, e costruivano vere e proprie opere d'arte di carta o cartapesta e attaccandole alle finestre o in cima ad un'asta hanno così creato una ricorrenza di grande impatto e suggestivi colori.

venerdì 5 settembre 2008

La "Rificolona"

"Ona, ona, ona, ma che bella rificolona..
la mia l'eh co' fiocchi, la tua l'eh co' pidocchi!!..."

Queste si che sono le canzonette storiche di Firenze!
E' una delle prime canzoncine che il vero fiorentino insegna alla sua prole.
La Festa della Rificolona è il 7 settembre di ogni anno. La manifestazione principale a Firenze viene organizzata dall'Amministrazione comunale in collaborazione con varie associazioni culturali.
Per la liturgia cattolica è la vigilia della natività della Madonna ed è una tradizione popolare ancora molto sentita e partecipata, di antico folklore.
Le rificolone sono delle costruzioni di carta velina o cartapesta, dove all'interno di inserisce una candela che, una volta accesa, illumina l'opera d'arte. I bambini la costruiscono nei giorni antecedenti a casa o a scuola, per poi utilizzarla in occasione della sfilata che si svolge per le strade della città. Sono montate su una canna e con un telaio rigido, spesso con filo di ferro.
Si trovano rificolone anche prodotte industrialmente.
Il 7 di settembre di ogni anno, ancora oggi, in varie parte della città si può ancora ammirare questa tradizionale sfilata, e ragazzini di ogni ceto sociale che portano la loro rificolona, altri ragazzini che con cerbottane e stucco, mirano e distruggono le rificolone con una mira infallibile.
Si ricorda che negli anni Cinquanta ci fu una sfilata delle rificolone di tipo fluviale, si svolse sull'Arno nel tratto fra Bellariva e la pescaia di San Niccolò. Strutture di carta colorata posizionate sulle barche dei renaioli, tutte illuminate che scorrevano sull'acqua.
Non c'ero, deve essere stata una bella sensazione. La riproponiamo?

mercoledì 3 settembre 2008

il "Ratto delle Sabine"

Ieri mattina, in attesa di andare al lavoro, mi avvicina un turista in Piazza della Signoria chiedendo un'informazione (si vede che mi ha visto come un fiorentino, uno del posto) :- Mi fa vedere una foto di una statua chiedendomi dove si trovava, perchè lui non l'aveva trovata.
Era il "Ratto delle Sabine" del Giambologna. Di scatto mi giro verso la "Loggia dei Lanzi" e un sorriso mi sorge spontaneo, la statua marmorea non si vedeva perchè coperta da impalcature per restauro. Indico la situazione all'amico turista e entrambi sorridiamo e ci salutiamo.
In effetti la statua è originale, non una copia. Ha grossi problemi di conservazione, lo smog e l'afflusso turistico sono i principali fattori di deterioramento dell'opera.
E' un soggetto molto ammirato, è un capolavoro che attrae molti visitatori. La Loggia è sempre piena di turisti ed è unico anche come dimensioni, un blocco di marmo di Carrara unico, alto 4 metri e 10.
La statua rappresenta un giovane bello e fisicamente molto possente che stringe a forza una bella ragazza (figliola) nuda e fisicamente sfuggente, mentre il vecchio protettore viene buttato a terra e sottomesso.
Erano tempi di rapimenti, anche per matrimoni forzati.
Il restauro è necessario, già da diversi anni si monitorava l'opera ed adesso è arrivato il momento di prendere una decisione. Probabile che la statua debba essere messa al chiuso, speriamo ai Grandi Uffizi.

martedì 2 settembre 2008

La Storia di Firenze in mostra con i Bandierai degli Uffizi

Il video della rete televisiva Seeten di presentazione di questa mostra che ripercorre i luoghi e la storia di Firenze e dei suoi sbandieratori; i Bandierai degli Uffizi.
Fino al 10 settembre in Sala d'Arme di Palazzo Vecchio e dal 11 al 30 settembre al Palagio di Parte Guelfa.

lunedì 1 settembre 2008

Firenze e le altre...

Firenze città del mondo. La nostra amata città è gemellata con 14 città europee e 13 città del resto del mondo. Un bel traguardo se si pensa che i gemellaggi debbano anche servire alla comunicazione ed ai rapporti internazionali. Le elenco qui sotto, anche per far conoscere...dove ci conoscono!
  • Europa:
    • Bandiera della Germania Dresda, Germania
    • Bandiera della Svezia Malmo, Svezia
    • Bandiera della Scozia Edimburgo, Scozia
    • Bandiera della Francia Reims, Francia
    • Bandiera della Spagna Valladolid, Spagna
    • Bandiera della Germania Kassel, Germania
    • Bandiera della Finlandia Turku, Finlandia
    • Bandiera della Grecia Atene, Grecia
    • Bandiera dell'Ucraina Kiev, Ucraina
    • Bandiera della Lettonia Riga, Lettonia
    • Bandiera dell'Albania Tirana, Albania
    • Bandiera della Francia Porto-Vecchio, Francia
    • Bandiera della Polonia Kraków, Polonia
    • Bandiera dell'Ungheria Budapest, Ungheria
  • Altre città del mondo:
    • Bandiera del Marocco Aaiun, Marocco
    • Bandiera dell'Eritrea Asmara, Eritrea
    • Bandiera dell'Iran Esfahan, Iran
    • Bandiera del Marocco Fes, Marocco
    • Bandiera degli Stati Uniti Filadelfia, USA
    • Bandiera del Giappone Gifu, Giappone
    • Bandiera della Siria Damasco, Siria
    • Bandiera del Giappone Kyōto, Giappone
    • Bandiera del Kuwait Al-Kuwait, Kuwait
    • Bandiera della Cina Nanchino, Cina
    • Bandiera d'Israele Nazaret, Israele
    • Bandiera del Brasile Salvador de Bahia, Brasile
    • Bandiera dell'Australia Sydney, Australia
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...