Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I Bandierai degli Uffizi raccontati in un libro

Sabato 13 dicembre 2008 nel Salone dei 500 in Palazzo Vecchio, verrà presentata la prima opera sui Bandierai degli Uffizi, scritta da Marco Ferri e Antonio Marrone dal titolo:
Ross’e Blu!
I “primi” 35 anni dei Bandierai degli Uffizi di Firenze
Edizioni Polistampa.
A conclusione di un anno pieno di festeggiamenti ed iniziative culturali per ricordare i 35 anni della fondazione dei Bandierai degli Uffizi, sbandieratori ufficiali di Firenze e del Calcio Storico Fiorentino, viene presentata dall’Assessore alle Tradizioni Fiorentine e alla Cultura Eugenio Giani con prefazione di Luciano Artusi, la storia dei Bandierai degli Uffizi.
Tutto ha inizio nel giugno del 1973 in piazza della Signoria con l’esibizione di quattro sparuti sbandieratori con un tamburino, prima della partita del Calcio Storico Fiorentino.
Nel libro sono ripercorsi i momenti salienti della storia dei bandierai, in particolare gli “anni d’oro”, che vanno dal 1980 al 1988: dal lancio del drappo nel cielo di Kiev quando era ancora una delle tante città dell’Unione Sovietica allo sbandieramento a pochi metri dalla Tour Eiffel, dall’impegno nello schivare sassi, monete e sputi prima di una partita della “Palla Grossa” a Prato al pianto di gioia nel levare in alto un trofeo appena vinto.
La pubblicazione è il primo libro sulla storia completa dei bandierai scritta da coloro che l’hanno vissuta sulla propria pelle e che oggi hanno deciso di condividerla con tutti e di immortalarla, grazie anche alle numerosissime fotografiche a colori.

Commenti

  1. Congratulazioni agli autori per questo racconto di 35 anni di percorso. Complimentoni ai componenti del gruppo che in tutti questi anni sono entrati nella storia del gruppo e saranno documentati per sempre in questo libro.

    RispondiElimina
  2. Un grazie emozionato per tutte le dimostrazioni d'affetto, questa è la Firenze storica, unita e della tradizione, delle persone e dei veri fiorentini.
    Vi aspettiamo alle nostre manifestazioni e a tutte le iniziative storico-culturali del 2009.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari