giovedì 29 agosto 2013

Bocca degli Abati, il traditore di Firenze

Bocca degli Abati era un nobile fiorentino, di parte Guelfa. Era arruolato nell'esercito di Firenze e partecipò nelle file Guelfe alla Battaglia di Montaperti il 4 settembre del 1260 contro i Ghibellini di Siena e i Ghibellini fuorusciti dalla città capitanati da Farinata degli Uberti.
Esso stesso aveva organizzato una tresca traditoria nei confronti dei Guelfi di Firenze, la sua stessa parte alla quale aveva giurato fedeltà. Proprio per la Battaglia di Montaperti, Bocca degli Abati aveva stretto un accordo segreto con la parte Ghibellina, aveva inoltre a suo fianco la famiglia propria degli Abati e quella dei Della Pressa.
Proprio nel momento più importante della Battaglia, quando sembrava che l'esercito Guelfo di Firenze potesse avere la meglio della compagine Ghibellina, 

"...il traditore di messer Bocca degli Abati, ch'era in sua schiera e presso di lui, colla spada fedì il detto messer Iacopo e tagliogli la mano colla quale tenea la detta insegna, e ivi fu morto di presente." (Villani)

Iacopo de' Pazzi era il portabandiera dei Guelfi e nella sua morte portò con se a terra l'insegna della Parte Guelfa. La cavalleria fiorentina si scoraggiò credendo perduto il vessillo,

"...e ciò fatto, la cavalleria epopolo veggendo abbattuta l'insegna, e così traditi da' loro, e da' Tedeschi sì forte assaliti, in poco d'ora si misono in isconfitta..." (Villani)

Fu un gesto incredibile per i fiorentini Guelfi. Un gesto ricordato nell'eternità. Fu la sconfitta più brutta della gloriosa campagna Guelfa nel territorio toscano. Fu una sconfitta dovuta ad un tradimento e non all'onore delle armi in campo di battaglia.
Queste gesta sono rese eterne da Dante Alighieri nella sua Commedia, (Inf.,XXXII, vv. 73-111). Dante disprezza fortemente Bocca degli Abati e lo colloca fra i traditori della patria.

Per i fiorentini di allora e i fiorentini di ora, la Battglia di Montaperti è una delle note stonate e dolenti che si trascinano ormai da oltre 750 anni. Il tradimento di Bocca degli Abati rimarrà nella storia come uno dei più grandi di tutti i tempi. Ogni qualvolta si ricordano le gesta dei Guelfi e dei Ghibellini, si ricordano le battaglie più grandi e più famose del tempo, Montaperti e Campaldino, una diversa dall'altra, con epilogo uno diverso dall'altro.
Il tradimento di Bocca degli Abati non sarà mai perdonato. 


© Filippo Giovannelli - Riproduzione riservata



.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...