Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il Barometro, invenzione fiorentina di Evangelista Torricelli

Il Barometro di Torricelli
Il barometro, lo sappiamo, è quell'apparecchio che serve per la misurazione della pressione atmosferica.
La misurazione della pressione è data dall’altezza della colonna di mercurio in una canna chiusa a un estremo, preventivamente vuotata, capovolta in modo da essere disposte verticalmente su una bacinella di mercurio. Il primo prototipo fu inventato da un illustre Fisico fiorentino, Evangelista Torricelli.
Il barometro torricelliano fu in seguito modificato e perfezionato, ma il primato fu del nostro beneamato cittadino.
Nel XVII secolo Evangelista Torricelli, mise in cantiere un esperimento che indirettamente permetteva di misurare la pressione atmosferica.
Lo strumento era costituito da un tubo di vetro lungo circa un metro, con selezione di 1 cm², chiuso a una estremità e pieno di mercurio.
Prese poi un recipiente e lo riempì anch'esso di mercurio e vi immerse il tubo tappandone l'altra estremità con il dito.
Togliendo il dito, Torricelli vide che il mercurio del tubo scendeva e si fermò all’altezza di 76 cm.
Evangelista Torricelli
Torricelli dedusse che la pressione esercitata dall’aria sul mercurio del recipiente impediva al mercurio contenuto nel tubo di scendere completamente nel contenitore. I 76 cm³ di mercurio rimasti nel tubo erano quindi la pressione atmosferica che agiva sulla superficie di mercurio del recipiente.
In appendice metto i dettagli dello sviluppo del calcolo della pressione atmosferica, ma quello che oggi è importante per la nostra curiosità è che Evangelista Torricelli aveva inventato il primo strumento per misurare la pressione dell’aria, il barometro a mercurio.
Un fisico fiorentino, nato a Roma il 15 ottobre 1608 e morto poi a Firenze il 25 ottobre 1647, che insieme ad altri colleghi ha portato lustro e notorietà alla nostra città.
Nel 1641 fu presentato a Galileo Galilei ad Arcetri e il manoscritto "De motu gravium" fu la presentazione per la sua assunzione come assistente di Galileo. Fu proprio Galileo che con insistenza lo fece trasferire nella sua abitazione.
Un fiorentino vero, uno di quelli che, pur non avendo il segno distintivo della nascita, ha onorato con grande acume e scienza la città di Firenze diventando il vero erede di Galileo Galilei.

Appendice:
Sapendo che 1 cm³ di mercurio pesa 13,6 g, il peso della colonna di mercurio contenuto nel tubo alto 76 cm con una sezione di 1 cm³, era pari a: 13,6 g x 76 = 1033 g, equivalente a 1,033 kg. Di conseguenza, la pressione esercitata dal mercurio era di 1,033 kg/cm².
Dato che la pressione prodotta dal mercurio nel tubo e la pressione atmosferica erano in equilibrio, Torricelli dedusse che la pressione atmosferica avesse un valore pari a 1,033 kg/cm². 

© Filippo Giovannelli - Riproduzione riservata

Commenti

Post più popolari