Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lo "Zafferano fiorentino"

E' addirittura Denominazione Origine Protetta lo Zafferano di Firenze, è una spezia antichissima conosciuta fin dall’antichità nell’Asia Minore.
Veniva utilizzato per moltissimi usi come il tessile per tingere le stoffe, medicinale e cosmetico.
Intorno al 1200 arrivò in Italia e si sviluppò la coltivazione anche in Toscana.
Nelle zone intorno a Firenze trovò il proprio abitat naturale e trovò inoltre un fiorente mercato di scambio all'interno dei più ampi commerci della nostra città.
Addirittura lo si denominò con un particolare nome, “Zima di Firenze”.
Lo Zafferano ha un'attività benefica sulla salute, antiossidanti attivi contro l'invecchiamento, oppure in cucina colora e insaporisce i piatti.
E' un prodotto che costa molto, proprio per la sua particolarità. Il prezzo si giustifica dal fatto che per ottenerne un chilo bisogna raccoglierlo solo all'alba, in autunno, quando i fiori sono ancora chiusi, un lavoro durissimo e di pazienza, in più si devono raccogliere i pistilli di 150 mila fiori di Crocus Sativus, è necessario fare tutto manualmente, perché le macchine potrebbero rovinare il fiore.
La produzione della provincia di Firenze arriva a circa 3 chili e mezzo, circa l'1 percento del prodotto nazionale.
Gustosi sono i piatti a base di zafferano, come la zuppa di zafferano o il dolce di farro e zafferano.

Numerosi ed interessantissimi sono gli incontri che il Comitato promotore dello Zafferano di Firenze organizza ogni anno nel periodo della raccolta e della lavorazione.
Quando si dice "l'oro della terra"!!

Commenti

Post più popolari